Anti-vigilia per Thiago Motta e lo Spezia, che lunedì sera affronteranno il Milan a San Siro. Dopo la bella vittoria di Genova Thiago è intervenuto in conferenza stampa per analizzare la prestazione e quello che si aspetta dalla gara di Milano.

Quali emozioni ti ha lasciato la partita di Genova e cosa ti è piaciuto della prestazione dei tuoi ragazzi?
“Mi è piaciuto il nostro comportamento in campo, abbiamo fatto una partita seria, con coraggio, con ambizione, abbiamo cercato di attaccarli, chiuderli, creare tanto, nel secondo tempo affrontando una squadra che aveva bisogno dei tre punti loro hanno cercato di creare, noi siamo stati bravi a difenderci, stare uniti, recuperare il pallone e ripartire in contropiede, potevamo anche chiuderla prima”.

Nel primo tempo sono state dieci le conclusioni a rete, la seconda migliore in A, aver segnato una solo rete fa arrabbiare?

“Sono felice di aver creato tanto, non è facile il Serie A, con squadre come il Genoa che ha un blocco difensivo che sa gestire la difesa dell’area, abbiamo creato tanto, sappiamo che contano i gol ma ci da sicurezza e voglia di migliorare, il dato è comunque interessante”. 

Siete tornati al 4-3-3, è un’idea di gioco che porterete avanti o tipo contro il Milan tornerete ad un sistema più coperto?

“Dipende da chi lo può interpretare, come e contro chi, abbiamo fatto bene e vinto anche con altri moduli, per il futuro dipenderà da chi siamo e chi affronteremo”.

Attraverso i confronti si è arrivati ad gruppo coeso e unito.
“Siamo una squadra che ad inizio stagione ha vissuto difficoltà, il COvid, la preparazione, tanti cambi, giocatori arrivati a fine mercato, credo sia una cosa normale, hanno avuto tempo di conoscersi, ognuno con il suo carattere, alcuni si integrano subito, altri hanno bisogno di tempo, l’unità è importante ma deve continuare. Il gruppo è sano e vuole migliorarsi”.

Maggiore e Manaj sono diffidati, ci sarà un utilizzo particolare contro il Milan in vista del match salvezza contro la Sampdoria?
Pensiamo partita contro partita, la prossima è difficile, contro una squadra costruita per vincere il campionato, avremo tempo di preparare la partita con la Samp e poi con la Salernitana”.

Hai visto il Milan in Coppa Italia? Che partita ti aspetti? C’è differenza tra affrontare il Milan dei titolari o con qualche seconda linea?
“Mi aspetto il miglior Milan possibile, hanno giocatori di qualità, quelli che giocano di meno sono di livello, noi aspettiamo il miglior Milan possibile”.


Quali sono le condizioni di Bourabia? Quando lo vedremo titolare?

“Si sta allenando bene, da il suo massimo tutti i giorni, ci aspettiamo che faccia la differenza, può recuperare tanti palloni, far giocare bene la squadra, chiudere gli spazi e difendere l’area, oltre che attaccare l’area come a Venezia, lo stiamo aspettando perché faccia la differenza in mezzo”.

La lotta salvezza si è riaperta con le vittorie di Cagliari e Salernitana? Cosa ti aspetti?

“Come ha detto il presidente la strada è lunga, siamo consapevoli che ci saranno momenti delicati, dobbiamo restare uniti, fare il nostro meglio per il bene della squadra e dei tifosi”.

Quanto sarà importante il Picco nella gara contro la Sampdoria?

“Noi lavoriamo per avere soddisfazioni ma è innegabile che facciamo questo lavoro per dare soddisfazione ai tifosi, che ti sostengono anche nei momenti complicati, affronteremo questa sfida in 5000, speriamo che vengano tutti a sostenere la squadra e a fine partita siano orgogliosi dei ragazzi in campo”.

Sezione: Primo Piano / Data: Sab 15 gennaio 2022 alle 15:00
Autore: Gian Maria Tosi
vedi letture
Print