A poco più di 48 ore dall'annuncio della sua creazione, e dopo aver assistito al dietrofront delle squadre inglesi e dell'Inter, la scorsa notte la Superlega ci ha tenuto a comunicare lo stop, temporaneo, del progetto. 

"La European Super League è convinta che l’attuale status quo del calcio europeo necessita di un cambiamento - si legge nel comunicato ufficiale - Proponiamo una nuova competizione europea perché il sistema esistente non funziona. L’obiettivo della nostra proposta è quello di permettere allo sport di evolvere e allo stesso tempo generare risorse e stabilità per l’intera piramide calcistica, compresi gli aiuti per superare le difficoltà finanziarie a cui è andata incontro l’intera comunità calcistica a causa della pandemia. Inoltre, la nostra proposta fornirebbe agli stakeholder del calcio contributi di solidarietà significativamente migliorati. Nonostante l'annunciata uscita dei club inglesi, costretti a prendere tali decisioni a causa delle pressioni esercitate su di loro, siamo convinti che la nostra proposta sia pienamente conforme alle leggi e ai regolamenti europei, come è stato dimostrato oggi da una decisione del tribunale che tutela la Super League dalle azioni di terzi. Alla luce delle circostanze attuali, valuteremo i passi più opportuni per rimodellare il progetto, avendo sempre in mente i nostri obiettivi di offrire ai tifosi la migliore esperienza possibile, migliorando i contributi di solidarietà per l'intera comunità calcistica".

Sezione: Primo Piano / Data: Mer 21 aprile 2021 alle 08:30
Autore: Daniele Izzo
Vedi letture
Print