Mister Thiago Motta ha incontrato i cronisti nella conferenza stampa post partita a Udine, in cui ha parlato della gioia per la salvezza conquistata dallo Spezia. Queste le sue dichiarazioni, riportate da TuttoMercatoWeb:

Che emozioni le ha dato, dall'alto dei titoli vinti da calciatore, questa salvezza? «Sono emozioni sicuramente diverse, il momento non è lo stesso, ho vinto titoli importanti, ma far parte di un gruppo così è un'esperienza unica. La vivo intensamente ogni giorno, poter partecipare al lavoro con questi ragazzi tutti i giorni è straordinario. Devo ringraziare questi ragazzi per tutto quello che hanno fatto, dal primo all'ultimo giorno non è stato facile per loro, ma sono sempre andati avanti, rimanendo positivi, mi hanno aiutato in modo incredibile. Un privilegio per me far parte di questo gruppo. Ho vissuto momenti fantastici da calciatore, ma non sono paragonabili, un qualcosa di irripetibile, questa conferenza stampa, questa stagione sono un qualcosa di unico e spero di continuare così finché sono nel calcio.» 

L'ingresso di Bertola? «È un ragazzo che difficilmente perde un duello, è sereno palla tra i piedi, so che la sua posizione ideale è difensore centrale e credo lo sarà per diverso tempo perché ha mezzi importanti. Gli ho chiesto disponibilità per giocare a centrocampo, la risposta è stata bella, mi ha detto che avrebbe giocato dove aveva bisogno. Quando un giocatore dà questa disponibilità diventa tutto più facile.» 

Ti senti dopo questa salvezza ancora più legato a questa piazza? «Mi sento uno di loro, i tifosi hanno sempre avuto stima per me, ho sempre sentito calore e voglia di fare le cose insieme, di continuare a fare le cose insieme, sostegno a me e ai ragazzi per tutta la stagione. Miracolo? Non ci ho mai creduto, credo nel lavoro, nell'impegno, nella responsabilità. E' una bella impresa. Meritata sul campo tutti i giorni, dei ragazzi che hanno dato sempre il massimo per il bene della squadra. Un privilegio far parte di questo gruppo.» 

L'ingresso di Salva Ferrer ha cambiato tutto: «Abbiamo bisogno tutti di tutti, è stato enorme, l'abbiamo sempre affrontata così. La soddisfazione più bella è stata che loro hanno capito questo. Normale che un giocatore voglia giocare più possibile, trovare equilibrio non è facile, ma insieme lo abbiamo fatto, tanti hanno partecipato poco, ma ogni giorno hanno dato tanto, i vari Maggiore e Gyasi che hanno giocato tanto a loro volta hanno aiutato chi ha giocato meno. La costruzione di un gruppo è la cosa più bella, quando ti dà valore, con il cuore in mano mi sento un privilegiato di far parte di un gruppo di ragazzi fantastici.» 

Partita ottima di Manaj: «È cresciuto tanto e ha ancora margini enormi di crescita, è un ragazzo speciale, ha meritato tutto quello che ha avuto quest'anno, perché possa ancora crescere vorrei migliorasse ulteriormente in questo spirito di gruppo, sa bene che i compagni hanno tanta stima di lui e hanno bisogno di lui, come lui ha bisogno dei compagni, piano piano con il tempo appena capirà questo ha margini enormi per crescere.» 

Dove è cresciuto da inizio stagione e qual è il futuro di Motta? «Sicuramente dall'inizio della stagione siamo migliorati, tutti insieme, la soddisfazione di restare in A è tanta, ma ancora di più far parte di un gruppo di ragazzi fantastici, per il futuro c'è tempo, vedremo più avanti.» 

Si è sentito solo nel momento di maggior difficoltà? «Non mi sono mai sentito solo, ero con questi ragazzi con loro non sono mai stato solo, potrei girare il mondo con questi ragazzi». 

Sezione: Primo Piano / Data: Sab 14 maggio 2022 alle 22:15
Autore: Lidia Vivaldi
vedi letture
Print