Il direttore dell'area tecnica Mauro Meluso ha voluto esprimere la posizione della società aquilotta riguardo la partita contro la Lazio, una gara segnata dal rigore concesso per fallo di mano di Marchizza che ha riportato avanti i biancocelesti dopo lo splendido pareggio di Verde.

«Intanto - ha dichiarato Meluso tramite i canali ufficiali dello Spezia - volevo porgere le più sentite condoglianze per la scomparsa del giovanissimo calciatore della Primavera della Lazio Daniel Guerini da parte mia e di tutto il Club.

Riguardo alla partita, devo dire che siamo amareggiati, perché siamo convinti che la nostra prestazione meritasse almeno un punto. Sono consapevole che tutti facciano errori, io in primis, ma così come anche i calciatori in campo; oggi però credo che a sbagliare sia stata la squadra VAR. Son dell'idea che quello non fosse rigore e non doveva essere concesso allo stesso modo del tocco di mano di Acerbi, avvenuto poco prima e non sanzionato. 

Credo che sia una scelta discutibile, in più noto che quest'anno il metro di giudizio sia cambiato e episodi come questo difficilmente vengono sanzionati col rigore. Siamo rammaricati, però capiamo anche che errare è umano. Importante è che errori di questo tipo non si ripetano contro di noi perché ora più che mai ogni punto può essere decisivo.

In ogni caso la stagione sta proseguendo bene, credo che l'allenatore e il suo staff siano stati davvero bravi a rendere partecipi tutti i componenti della rosa, e chiunque scende in campo riesce sempre ad offrire il proprio contributo in maniera convincente. Questo è un grosso merito per il nostro allenatore, peccato per oggi perché, visti gli sforzi, avremmo meritato punti».

Sezione: Primo Piano / Data: Sab 03 aprile 2021 alle 22:51
Autore: Lidia Vivaldi
Vedi letture
Print