Ancora sfortunato lo Spezia, che dopo aver perso di misura mercoledì sera contro la Juventus, deve cedere il passo anche al Milan. Decisivi per i rossoneri Maldini, al primo gol in Serie A, e Diaz. Per gli aquilotti a segno Verde. Di seguito le pagelle dell'incontro: 

ZOET 5,5: La parata più bella dell'incontro la fa a gioco fermo, uscendo a valanga su Rebic. Il resto del suo primo tempo è ben descritto dallo 0 nella casella 'tiri in porta' rossonera. Un numero che, purtroppo per lui e lo Spezia, viene subito aggiornato a inizio ripresa dal colpo di testa di Daniel Maldini e implementato dal tiro di Diaz, che lo trafigge sotto le gambe.

AMIAN 6: Sbriga in un tempo la faccenda Rebic. Poi con Leao inizia a dover anche difendere: il duello con il portoghese va a folate ed è bello, intenso e senza vincitori. 

HRISTOV 5: Nel primo tempo chiunque giunga dalle sue parti, da Giroud a Rebic, viene maltrattato senza pietà. Peccato che nella ripresa ricaschi nell'errore di Venezia, facendosi severamente sovrastare da Daniel Maldini. Una frazione da Cersei Lannister, un'altra da Jamie. 

NIKOLAOU 6: Regge: tiene bene la posizione, gioca d'anticipo, ragiona e non spreca un pallone. Senza ombra di dubbio tra le sorprese più positive in questo inizio di stagione. 

S. BASTONI 6,5: "Bastoni!", anzi "Bastonissimo!". No, non siamo sul set del film 'Bianca' di Nanni Moretti ma al 'Picco'. E tutte le esclamazioni sono per il 20 aquilotto, assoluto mattatore dell'incontro. Alterna incredibili folate a giocate di classe luminosa, e in fase difensiva soffre il giusto. Nonostante la sconfitta, come esclamerebbe Barella: "Ma che bel giocatooooooore!"

SALA 6: Primo compito del week-end: schermare Kessiè e Tonali. Gli riesce spesso. Secondo: cercare di fluidificare la manovra. Qui un po' più di difficoltà. Il voto, però, è nel complesso positivo.

Dal 63' VERDE 7: Entra dalla panchina, veste i panni del detective Decker e affonda nelle difese del Diavolo. Terzo gol di questo scintillante inizio di stagione. 

BOURABIA 5,5: Un diligente andirivieni senza illuminazioni degne di Venezia. Anzi, non riesce a contenere la sgroppata di Saelemaekers che da il via al decisivo gol di Diaz. 

ANTISTE 6: Difficile da contenere senza l'uso di armi improprie: per informazioni chiedere a Theo Hernandez. Thiago Motta nei panni di Rafiki lo ha da poco presentato alla Rupe del Picco, ora starà a lui prendersi il titolo di 'Re Leone'. 

Dal 63' MANAJ 5,5: L'attacco dello Spezia ha bisogno di più fisicità. L'attaccante albanese prova a darla battagliando su ogni pallone e facendo salire la squadra. 

MAGGIORE 6: Gioco con l'orgoglio e la fame di chi non vuole fare brutta figura con la ex. Ma, soprattutto, gioca con la classe di chi ha una carriera più che luminosa nel suo avvenire. Certo, il gol mancato a pochi centimetri dalla porta di Maignan grida vendetta, ma glielo si può perdonare.

Dal 63' SALVA FERRER 6-: Staffetta prevista con Sala. Ordinato e preciso, come sempre da quando veste i panni del centrocampista centrale.

GYASI 5,5: In un periodo in cui tutto ciò che tocca si trasforma in oro, pare fin strano che non riesca a girare in rete l'assist di Maggiore al tramonto del primo tempo. Cala vistosamente nel secondo. 

Dal 78' STRELEC sv: Esordio in maglia bianca per il giovane attaccante slovacco.

NZOLA 5,5: Il ritorno nell'undici iniziale dopo 148 giorni si caratterizza di volontà, scatti e soluzioni personali. Tuttavia, non riesce mai ad avvicinarsi in maniera pericolosa al nascondiglio rossonero, raccogliendo più 'acqua' che 'fuoco' e 'fuocherello'. 

ALL. THIAGO MOTTA 6: I complimenti non fanno punti, è vero. Ma la consapevolezza di essersela giocata alla pari con due delle big del campionato italiano rimarrà. Da questo l'allenatore italo-brasiliano dovrà far ripartire gli aquilotti. 

Sezione: Primo Piano / Data: Sab 25 settembre 2021 alle 16:58
Autore: Daniele Izzo
vedi letture
Print