La rappresentazione di una squadra di calcio spesso si limita a giocatori, allenatore e società. Dietro le grandi riuscite, le imprese che rimangono nella storia, tuttavia, ci sono sempre un altro po' di figure che sono tra le ruote motrici del carro: dal collaboratore tecnico al preparatore atletico, senza dimenticare l'allenatore dei portieri e via discorrendo. 

In quest'ottica, non fa certo eccezione lo Spezia. Vincenzo Italiano e i giocatori aquilotti devono infatti parte delle loro fortune allo staff. Dal vice-allenatore Daniel Niccolini che, come riporta La Nazione, conobbe il tecnico di Ribera in una squadra di Serie D a fine carriera per poi diventarne il secondo, al collaboratore tecnico Marco Turati, amico di sempre ed ex compagno di squadra all'Hellas Verona. E poi ancora, i tre preparatori atletici, Ivano Tito, Piero Campo e Simone Lorieri; l'allenatore dei portieri, Angelo Porracchio; colui che si occupa degli infortunati, Mirko Ballestracci; e, dulcis in fundo, il team manager Giovanni Panetta

Sezione: Primo Piano / Data: Mar 08 giugno 2021 alle 11:45
Autore: Daniele Izzo
Vedi letture
Print