Al termine della gara del 'Dall'Ara' mister Vincenzo Italiano è intervenuto ai microfoni di DAZN per analizzare la prestazione dello Spezia contro il Bologna:

«A 30 giorni dalla fine del campionato la squadra deve solo cercare di non affrontare le gare con l'atteggiamento visto oggi. Siamo partiti male, regalando due gol al Bologna, poi abbiamo reagito ma siamo a 7 giornate dal termine e dobbiamo cercare di essere diversi da quello che siamo stati oggi. E' stata una partita negativa, troppi errori hanno condizionato la gara. Nel secondo tempo con un po' di attenzione potevamo tenerla viva. E' stata una giornata negativa, ci può stare, prendiamone atto e archiviamo. Non voglio fare drammi né arrabbiarmi più di tanto perché mercoledì si rigioca. Abbiamo sbagliato tante cose, negli ultimi 30 giorni dobbiamo cercare di farlo il meno possibile.»

Gli errori tecnici nascono da un atteggiamento sbagliato? «Nel primo tempo, quando riuscivamo a fare bene la pressione, abbiamo avuto 3-4 situazione che con una verticalizzazione potevamo arrivare dentro l'area. Anche nel secondo tempo sul 2-1 abbiamo avuto delle occasioni, ma oggi sia dal punto di vista difensivo che nella qualità non siamo stati all'altezza. Il Bologna è forte e lo sappiamo, potevamo evitare un passivo del genere. Le cose buone sappiamo farle e dobbiamo cercare di riproporle in queste ultime 7 gare.»

Come sta la squadra? «La squadra sta bene sotto tutti i punti di vista, venivamo da una reazione importante in una gara che abbiamo ribaltato a 5 minuti dalla fine. Dal punto di vista fisico e mentale questa squadra sta bene, oggi abbiamo trovato un avversario tosto, una giornata negativa da parte nostra ma va archiviata. Bisogna pensare subito al prossimo avversario, è la prima in classifica dobbiamo affrontarla con un atteggiamento diverso.»

Su Gyasi e Verde schierati a fasce invertite: «Anche se a volte si può alternare, oggi per strategia abbiamo deciso di iniziare così, poi abbiamo cambiato nel secondo tempo. Penso che la responsabilità per questa brutta prestazione non sia dovuta a niente tranne al fatto che eravamo un po' scarichi mentalmente, non pensavo. E' una cosa che non deve accadere e ne siamo dispiaciuti. Con le poche partite che mancano, i punti diventano pesanti. Avevamo intenzione di portarne a casa anche oggi ma non ci siamo riusciti.»

Questa sconfitta può servire per cercare una reazione di orgoglio già contro l'Inter? «Il gruppo deve cercare di preparare bene da domani tutte le strategie per mettere in difficoltà l'Inter. Abbiamo già passato momenti negativi quest'anno, dove la squadra sembrava anche perdere entusiasmo, ma siamo sempre riusciti a ripartire. In questo momento l'unica cosa che conta è arrivare alla fine cercando di sbagliare il meno possibile. Abbiamo un vantaggio da gestire e dobbiamo cercare di mantenerlo fino alla fine».

Sezione: Primo Piano / Data: Dom 18 aprile 2021 alle 17:20
Autore: Lidia Vivaldi
Vedi letture
Print