Lo Spezia è salvo per la seconda volta e parteciperà per il terzo anno consecutivo alla Serie A. Un volo entusiasmante al quale, come si suol dire in queste occasioni, tutti hanno contribuito. Anche se qualcuno più di altri ha messo la firma su questo storico successo. Diamo, quindi, i voti ai protagonisti della bianca cavalcata: dalle idee di Thiago Motta alle parate di Provedel, dai gol pesanti di Gyasi alla difensiva partecipazione del duo Erlic-Nikolaou. Ecco il pagellone della stagione 2021/22 dello Spezia Calcio. Iniziamo dai portieri

Ivan PROVEDEL 8,5 - Ai tifosi dello Spezia piace chiamarlo 'Provvidenza'. Ed in effetti spesso e volentieri le sue parate hanno sopperito alle esigenze della squadra. Ma non è tutto. Un innato carisma e la capacità di calare l'intervento decisivo al momento propizio lo hanno portato alla soglia della porta azzurra. Nello specifico, la partita con la Roma rimane la perla più lucente di una collana che vanta persino la bellezza di sette clean sheet in 31 apparizioni. Una grossa fetta di salvezza è passata dai suoi guantoni. Guantoni sui quali in vista della prossima stagione è autorizzato a scrivere la sigla SGGK che fu di Benji Price. Super Great Goalkeeper. Super portiere. 

Jeroen ZOET 5 - Il suo interregno è durato 630', ovvero le sette partite in cui ha giocato da titolare prima di venire scavalcato nelle gerarchie da Provedel. 19 gol subiti e qualche errore di troppo hanno portato Thiago Motta a preferirgli il friulano. Da dimenticare, in particolare, la partita di Verona. Rinnovato da poco il contratto, avrà tempo e modo di riscattarsi nella prossima stagione. 

Petar ZOVKO sv - In 28' minuti, in una partita ininfluente per il destino delle Aquile, è riuscito a ritagliarsi comunque uno spazio per mettere in mostra senso della posizione e ottima predisposizione al gioco con i piedi. E' il futuro dello Spezia. 

Sezione: Primo Piano / Data: Dom 29 maggio 2022 alle 17:20
Autore: Daniele Izzo
vedi letture
Print