Tra Castori e lo Spezia non è mai corso buon sangue. L'allenatore marchigiano ha affrontato molte volte le maglie bianche nel corso della sua lunga carriera e raramente il risultato ha sorriso agli aquilotti. I tifosi spezzini lo sanno bene, tanto che, soprattutto in tempi più recenti, ogni volta che sulla panchina degli avversari era seduto Castori, le speranze di portare a casa i tre punti erano ridotte al minimo.

La storia di incroci tra Castori e lo Spezia comincia nelle vecchia C1, stagione 2003-2004, quando sedeva sulla panchina del Cesena: non poteva che cominciare con due pareggi. Tutti gli incontri successivi si sono svolti in Serie B, per un totale di 8 sconfitte, 7 pareggi e 3 sole vittorie, distanti anni una dall'altra. Per lo più una sequela di partite bloccate sullo 0-0, risultato uscito ben quattro volte, oppure sconfitte di misura per 1-0, frutto di partite caratterizzate da veri e proprio assedi degli aquilotti, poi puniti alla prima occasione utile, spesso in contropiede.

Le cause sono da ricercarsi prevalentemente in questione tattiche: le squadre di Castori hanno sempre avuto un'impronta ben precisa: squadre rocciose, difesa solida, supportata dall'intera squadra, con centrocampo e attacco parti integranti della manovra difensiva; ripartenze brucianti, un paio di passaggi per essere in porta; pressing mirato a recuperare palloni nelle zone critiche del campo per poter sferrare contropiedi micidiali; attacchi cinici, capaci di affondare alla prima occasione utile, e attaccanti straripanti fisicamente, uno su tutti Mbakogu.

Tattiche perfette per affrontare una squadra come lo Spezia che soprattutto negli anni della Serie B ha sempre cercato di creare gioco; ancora più perfette considerando le dimensioni del terreno del Picco, che hanno sempre avvantaggiato chiunque venisse a difendersi per non subire. Di fatti, non di rado si è visto lo Spezia imporre il proprio gioco contro avversari più blasonati e attrezzati per poi soccombere contro squadre tecnicamente inferiori ma difficili da scardinare.

Sezione: Primo Piano / Data: Mer 13 ottobre 2021 alle 18:00
Autore: Gian Maria Tosi
vedi letture
Print