Alla vigilia di Hellas Verona - Spezia il tecnico dei felsinei, Ivan Juric, ha parlato in conferenza stampa del momento della squadra: 

«Bisogna essere sempre tosti. All'andata giocammo molto bene a tratti, ma fu comunque dura. La squadra sta bene su molte cose, non a livello di risultati. Manca Vieira, Ceccherini per squalifica, gli altri ci sono».

Sulla possibilità di schierare Nikola Kalinic dall'inizio: «È un'opzione. Mi dispiace per Kalinic, quando intravedevo il giocatore di Firenze si è fatto male. In questo momento abbiamo due attaccanti: o uno o l'altro».

Le posizioni di Barak e Tameze: «Tameze ha fatto una buona partita, aveva un compito molto duro e ha fatto sessantacinque minuti di buon livello. Penso a lui o Sturaro. Barak mi piace di più quando gioca a sinistra. L'opzione di Bessa non è male, ma lui mi piace un po' più a sinistra, in questo modo vede il campo. Quando lo metto a destra lo vedo più chiuso».

Infine, le condizioni di Mattia Zaccagni, l'uomo che decise il match di andata: «Quest'anno ci sono giocatori che sono andati completamente oltre, con dolori, problemi, quando non dovevano giocare non avevamo cambi. Zaccagni è uno di quelli: nella prima parte del campionato ha fatto il salto di qualità, adesso sta facendo giocare bene la squadra ma non è determinante come prima. L'altro giorno ha preso una brutta botta: un po' di energie le ha recuperate, e in queste cinque partite deve essere fondamentale. Domani penso di farlo giocare, se lo merita. E spero si sblocchi davanti, perché ci manca tanto».

Sezione: Primo Piano / Data: Ven 30 aprile 2021 alle 12:00
Autore: Daniele Izzo
Vedi letture
Print