Al termine di Spezia - Como, gara terminata sul risultato di 5-1, Luca Gotti ha parlato in conferenze stampa. Queste le dichiarazioni dell'allenatore delle Aquile:

«Siamo contenti, è ovvio. Abbiamo superato il turno, messo novanta minuti nelle gambe e visto qualcosa di buono e qualcosa da migliorare. Se siamo già in ritmo campionato? Non è così purtroppo. Mi piacerebbe lo fosse. Da domenica prossima so che ci saranno avversari in grado di mettere in mostra i piccoli problemi che ancora dobbiamo registrare». 

Nonostante la vittoria, lo Spezia ha dovuto fare i conti anche oggi con un 'caso', quello relativo a Giulio Maggiore: «Il fatto che non ci fosse Maggiore non è una scelta tecnica - ha sottolineato Gotti - C'è stata una discussione tra la società e l'entourage del giocatore e abbiamo preso questa decisione. Il pubblico del Picco lo conosciamo, c'è un attaccamento bellissimo ed è ovvio che l'inizio del campionato sarà complicatissimo. Sarà una battaglia da affrontare e quindi l' dovremo meritarci l'affetto».

Da chi non c'era a chi c'è stato e bene ha fatto, come Bourabia: «Ha fatto una partita molto buona, sia da mezzala che da play. Gli avevo fatto fare mezz'ora da mezzala e mi era piaciuto, oggi ho optato per questa soluzione. La risposta è stata positiva - ha sottolineato Gotti, che poi su Agudelo ha specificato - Non è solo un folletto inventore, ci ha dato solidità in fase difensiva, con tante riconquiste. Non è solo aspetto qualitativo, ma si è ripetuto con una fase difensiva di buona sostanza».

La chiosa di Gotti è sulle quattro reti arrivate dagli attaccanti: «È bellissimo, sembra un film perfetto. È un'iniezione di stima ed autostima, sono contento di questa cosa e sono contento per come il pubblico ha accolto l'uscita di Nzola».

Sezione: Primo Piano / Data: Sab 06 agosto 2022 alle 21:03
Autore: Daniele Izzo
vedi letture
Print