Nel corso di un'intervista rilasciata a Radio Sportiva, Simone Bastoni ha parlato di molti temi d'attualità in casa Spezia, a partire dalla vittoria contro il Milan e le tante polemiche scaturite dal fallo su Rebic:

«Abbiamo fatto qualcosa di inaspettato ma siamo contenti di averlo fatto, ora dobbiamo continuare così. L’azione con Rebic? Ho provato a evitare di farlo tirare, dal contrasto la palla si è mossa e poi è successo quel che è successo. Dico la verità, non so come è andata: ho provato a mettere il piede e da un’angolazione si vede che sono io che tocco la palla. L’arbitro ha dato fallo ed è andata così. La partita dell’anno scorso è stata molto bella contro di loro, sono entrambe vittorie importanti. Quella ci permise di creare un vantaggio sulla zona rossa. Anche quella di lunedì è importante, abbiamo allungato ma dobbiamo stare attenti a non vanificare tutto.» 

Sui suoi gol: «Quello con il Genoa è stato una grande emozione. Ha portato tre punti contro una diretta concorrente che sono serviti per portare a casa il derby. Ora ci attende il derby con la Samp, stiamo preparando questa come le altre partite cercando di capire quello che dobbiamo fare e limitando gli errori. Maggiore sarà squalificato, tutti dovremo dare di più. Il Picco? I pochi tifosi ci penalizzano poco, il nostro stadio è fra i più piccoli. Dispiace non avere la capienza massima, ma speriamo che possa tornare ad essere quasi pieno.» 

Sul ruolo in campo: «Prima di fare il terzino avevo già fatto la mezz’ala. Mi trovo bene in entrambi i ruoli e so adattarmi in base alla necessità. Così ho meno compiti difensivi ma cerco sempre di fare bene le due fasi. La Nazionale? Sarebbe un sogno ma c’è ancora tanta strada da fare. Primaria è la salvezza dello Spezia». 

Sezione: Primo Piano / Data: Gio 20 gennaio 2022 alle 18:45
Autore: Lidia Vivaldi
vedi letture
Print