Un gol da cineteca, da vedere e rivedere, quello di Daniele Verde. Una rovesciata d'antologia, sulle orme di Parola, Djorkaeff e tanti altri, che ha stupito tutti, lasciando di sasso un incolpevole Pepe Reina. Raggiunto dalle telecamere di Sky Sport, l'attaccante dello Spezia è ritornato su quel momento. 

«Conosco bene Fares e ho pensato che andarci di testa era impossibile, ho provato un gesto che tento spesso in allenamento. Il momento più bello è stato quando Reina è venuto da me a complimentarsi».

Poi su Vincenzo Italiano: «Nella mia stagione c’è tanto merito di Italiano, esprime un gioco spagnoleggiante ed è il calcio che amo. Il divertimento prima di tutto. La prima cosa che bisogna esprimere nel calcio è la passione, e il mister mette divertimento e passione al primo posto. Lui non vuole nemmeno la palla alta, vuole giocare a calcio e farci divertire. Mi auguro farà strada».

Sezione: Interviste / Data: Lun 05 aprile 2021 alle 12:00
Autore: Daniele Izzo
Vedi letture
Print