Stefano Pioli ha parlato in conferenza stampa in vista del match di domani contro lo Spezia. 

L’allenatore rossonero non ha dimenticato la partita dello scorso febbraio, ma non si fa influenzare dai precedenti: "Non siamo andati a Torino pensando alla vittoria per 3-0 dell'anno scorso. Domani dovremo giocare con le nostre caratteristiche. L'anno scorso a La Spezia era mancato tutto. Domani dobbiamo subire poco ed essere pericolosi. Dobbiamo avere le idee chiare e giocare con i ritmi giusti". 

Una riflessione anche sul ritorno dei tifosi allo stadio, spinta in più tra le mura amiche e che domani al Picco potrebbero essere un fattore: "Insieme ai tifosi abbiamo più energia ed entusiasmo. Siamo partite bene in casa, ma siamo solo all'inizio. Domani giochiamo in trasferta contro una squadra da rispettare molto".

Pioli si aspetta una partita difficile, dove a fare la differenza potrebbero essere i singoli: “Lo Spezia ha giocato bene contro la Juventus, poteva andare avanti anche 3-1. Dovremo essere bravi ad alternare le situazioni, in primis recuperare palla alti. Vedremo che partita faranno. Le qualità dei giocatori fanno la differenza. Per fortuna abbiamo tanti giocatori di qualità. Domani dovremo fare la partita e cercare le giocate di qualità per risolverla". 

Sulle eventuali difficoltà della gara, un’osservazione sul campo del Picco: “Non so le misure, ma in campo ti accorgi che il campo di La Spezia è un po' più piccolo. Sarà una gara di grande intensità, dovremo occupare bene gli spazi. Dovremo essere lucidi e veloci, lo cercheranno di toglierci il tempo delle giocate".

Focus sugli infortuni, come lo Spezia anche il Milan è una delle squadre più colpite, ma come per Thiago Motta nessun allarmismo da parte di Pioli: "Dall'inizio della stagione abbiamo avuto solo due infortuni muscolari, cioè Kessie e Krunic. Gli altri sono stati infortuni da affaticamento. Calabria domani sarà disponibile. Gli altri sono stati traumi che hanno portato a infiammazioni. Messias è arrivato con qualche problema, ma ora li sta superando. Spiace non avere tutti a disposizione, ma ho una rosa forte". 

Quindi rivolge l’attenzione sui singoli: “Diaz sta bene. Domani è una gara importante, metterò in campo come sempre la squadra migliore. E' importante chi inizia la partita, ma è ancora forse più importante chi entra dopo. Giroud sarà convocato. L'ho visto bene, sarà della partita, vedremo se dall'inizio o a partita in corso. Pellegri l’ho visto bene, ha caratteristiche che possono essere importanti per noi. Florenzi non ci sarà per un trauma contusivo al ginocchio”.

Ci sono possibilità di vedere un po’ di turnover domani, anche se la squadra reagisce bene agli incontri ravvinicati: "Tutti quelli che hanno giocato mercoledì sono promossi. Abbiamo giocato bene e subito poco. Quando tutti stanno bene, le mie sono solo scelte tecniche. Domani metterò in campo la formazione migliore". 

Come lo Spezia il Milan ha abbondanza in attacco: "È stimolante per me avere così tanta scelta. Io devo sfruttare al massimo i miei giocatori e le loro qualità. Anche per loro è motivante e bello perchè non è mai monotono, a noi piace sempre provare cose diverse".

A fare la differenza saranno soprattutto le cinque sostituzioni: "Sono importantissime, lo dico da tempo. Soprattutto ora che giochiamo ogni 3 giorni”.

Sezione: Interviste / Data: Ven 24 settembre 2021 alle 17:45
Autore: Gian Maria Tosi
vedi letture
Print