Per una breve parentesi è stato in ballottaggio con Vincenzo Italiano per la panchina della Lazio, ma alla fine Sinisa Mihajlovic è rimasto al Bologna, così come il tecnico aquilotto ha deciso di non lasciare la maglia bianca, mentre alla guida dei biancocelesti ci sarà con tutta probabilità Maurizio Sarri. 

In una intervista rilasciata alla Gazzetta dello Sport ​​​​​​, lo stesso Mihajlovic ha commentato il valzer delle panchine e la riluttanza delle big del campionato nostrano a concedere chance agli allenatori emergenti:

«In Italia si fatica a dare opportunità. Per i top club girano sempre gli stessi: si cercano tecnici che abbiano fatto le coppe, ma se non finisci in quei club le coppe non le fai. È un cane che si morde la coda… Faccio de nomi che avrebbero meritato una chance: De Zerbi che invece è andato all’estero e Italiano che è giovane e bravo: ha portato lo Spezia in A, lo ha salvato, cosa doveva fare per un salto ulteriore, camminare sull'acqua?»

Sezione: Interviste / Data: Sab 05 giugno 2021 alle 19:36
Autore: Lidia Vivaldi
Vedi letture
Print