Cresciuto nel settore giovanile dello Spezia, il centrocampista sarzanese Matteo Figoli è ora in prestito alla Carrarese di mister Totò Di Natale, dove sta trovando continuità di prestazioni. Il giovane classe 2000 ha segnato di recente anche il suo primo gol stagionale, nella vittoria per 4-0 contro il Teramo.

Nel corso di un'intervista rilasciata a La Giovane Italia, ha ricordato il suo percorso di crescita a partire dal vivaio aquilotto:

«Il mio percorso a livello giovanile è stato abbastanza normale, senza particolari intoppi ma nemmeno momenti particolarmente esaltanti. Ho faticato durante il periodo dell’Under 15, quando trovai poco spazio, molto probabilmente per via del fisico, che doveva ancora svilupparsi del tutto. Durante la permanenza a Spezia ho avuto modo di conoscere persone fantastiche. Avendo avuto la fortuna di giocare vicino a casa, quelli che erano già miei amici sono diventati anche miei compagni di squadra. Qualcuno di loro ha smesso e ha preso altre strade, mentre alcuni di loro, come me, sono arrivati nei professionisti, tra i quali cito Leonardo Benedetti, Samuele Mulattieri e Antonio Candela.»

Sulla sua stagione alla Carrarese e sul suo futuro ha aggiunto: «Sono contento per il gol e spero di farne tanti altri in futuro. Sono partito col piede giusto e voglio continuare su questa strada dando il massimo per raggiungere gli obiettivi. Dopo il calcio giocato? Non ci penso molto, ho ancora una carriera davanti e spero di rimanere più a lungo possibile in questo mondo. Non posso escludere di provare ad intraprendere una carriera nel calcio in veste dirigenziale. Nel caso in cui il calcio non possa garantirmi un futuro sono pronto ad andare a lavorare nell’azienda di autospurghi di mio padre, non ho paura di sporcarmi le mani...»

Sezione: Interviste / Data: Mar 07 dicembre 2021 alle 09:45
Autore: Lidia Vivaldi
vedi letture
Print