Fuori Italiano, dentro Thiago Motta. Questa è stata, finora, la grande novità dell'estate spezzina. Dopo due anni, sportivamente fantastici, sotto la guida del tecnico agrigentino, in casa Spezia si è voltato pagina, affidando la panchina a un tecnico giovane e promettente come l'italo-brasiliano. Intervistati tra le colonne de La Nazione, i tifosi aquilotti hanno espresso giudizi sull'avvicendamento alla guida della squadra. 

«Ho sensazioni positive su Thiago Motta - esordisce un tifoso - anche se la sua storia da allenatore non è ancora definita, a parte la parentesi del Genoa. Ma del resto anche Italiano, quando arrivò in riva al Golfo, era una scommessa». Un pensiero questo che ha trovato d'accordo una seconda voce: «Facciamo lavorare Motta e poi daremo le nostre valutazioni. Anche Italiano quando arrivò era uno sconosciuto, poi ha realizzato quello che tutti speravamo con la sola macchia finale. L'entusiasmo che Motta sarà in grado di portare alla squadra e all'ambiente potrà colmare il gap della sua inesperienza».

Sezione: Interviste / Data: Mar 20 luglio 2021 alle 12:30
Autore: Daniele Izzo
Vedi letture
Print