Da Guidetti a Bastoni. Domenica a 'Marassi', il 20 aquilotto si è iscritto alla lista dei giocatori che hanno deciso un derby tra Spezia e Genoa. Una lista che vede naturalmente presente anche il nome di Massimiliano Guidetti. Raggiunto dai taccuini de La Nazione, l'ex attaccante spezzino ha ricordato il successo contro i rossoblu della stagione 06/07, ma non solo. 

«Forse la somiglianza con quella partita ha riguardato la sofferenza che, a tratti - ha dichiarato Guidetti - gli Aquilotti hanno avuto nella ripresa. Lo Spezia ha fatto un grandissimo primo tempo, complimenti ai ragazzi e a mister Motta per il livello qualitativo espresso. La festa con i tifosi come allora? in casa mia ho la foto di Paolino Ponzo che mi prese sulle sue spalle al termine di quell’impresa, lui era il simbolo di un gruppo operaio dal grande cuore che non mollava mai».

Da Guidetti a Bastoni: «Intanto mi fa assolutamente piacere essere ricordato come spezzino ad honorem, mi rende orgoglioso. Il fatto che abbia segnato uno spezzino doc come Bastoni rende il successo ancora più prezioso per tutto l’ambiente. Sono contento per Simone che ho allenato a Novara, un ragazzo che si merita la crescita esponenziale che ha avuto per la serietà e le qualità» ha sottolineato l'ex attaccante aquilotto. 

Sulla corsa salvezza: «Lo Spezia ha tutte le carte in regola per salvarsi e consolidarsi nella massima categoria. Conseguire una seconda salvezza in Serie A darebbe al club bianco la possibilità di ambire ad un’importante stabilità nella massima serie. Non sarà facile perché la Serie A è complicata, ma gli Aquilotti ce la possono fare».

Sul top player dello Spezia, che secondo Massimiliano Guidetti è Daniele Verde: «Verde ha una qualità straordinaria, un top player per una squadra che lotta per salvarsi. Ci sono poi singoli interpreti che hanno qualità elevata, ad esempio Manaj, da prima punta, ha fatto una partita incredibile».

Sezione: Interviste / Data: Gio 13 gennaio 2022 alle 11:00
Autore: Daniele Izzo
vedi letture
Print