Al termine della trasferta europea in casa dell'Angers, mister Luca Gotti analizza così il match dei suoi: "A tratti la squadra ha fatto molto bene contro una squadra che da diversi anni milita stabilmente in Ligue 1, mettendo in campo alta intensità e agonismo, anche se c'è stata qualche botta di troppo che ci fa tornare a casa con qualche acciacco, ma sappiamo che in questo momento sono situazioni normali.

Dispiace molto per un finale fin troppo acceso rispetto a quella che era stata la partita e credo che la direzione di gara oggi non abbia aiutato a rasserenare gli animi, con la gestione dei cartellini e delle situazioni, come il rigore, sulle quali ci sarebbe da discutere, ma non siamo venuti qui certo per questo motivo, bensì per mettere benzina nel motore e aumentare il livello di difficoltà.

La squadra è sempre stata in partita, anzi forse è stata anche più che in partita, subendo due reti quasi come fulmini a ciel sereno, a compimento di azioni inaspettate, ma per il resto i ragazzi hanno giocato davvero bene in entrambe le fasi, gestendo il campo bene nell'arco di tutta la gara.

Le difficoltà create agli avversari grazie al pressing? Il nostro gruppo aggredisce con grande intensità, un aspetto che i ragazzi fanno volentieri e che sul quale dobbiamo continuare a lavorare per migliorare sempre di più e renderlo il più possibile un pressing corale.

Sabato prossimo arriverà la prima partita ufficiale della stagione, contro il Como, e noi cercheremo di presentarci all'evento nel miglior modo possibile".

Sezione: Interviste / Data: Dom 31 luglio 2022 alle 08:40 / Fonte: acspezia.com
Autore: Francesca Balestri
vedi letture
Print