Ospite della trasmissione Calcio Totale condotta da Paolo Paganini, il procuratore Alessandro Canovi, agente tra gli altri di Thiago Motta, si è espresso in merito alla chiusura del mercato imposta allo Spezia:

«Per una società delle dimensioni dello Spezia, già essere bloccata per una sessione è un danno enorme, sarebbe già una sanzione abbastanza forte. Ci sono episodi precedenti, come il Barcellona che è stato fermo per due sessioni, ma il Barcellona ha le potenzialità economiche e i tesseramenti in casa per poter andare avanti. Continuare così significa uccidere un club, perché non poter fare mercato per due anni vuol dire mandarlo alla rovina. Inoltre è un'altra proprietà, per cui spero che il TAS possa intervenire.»

Riguardo agli episodi arbitrali controversi in Milan-Spezia, Canovi ha aggiunto: «I torti subiti dalle big hanno più risonanza ma è sempre stato così. Quello che è successo nel finale fa molto clamore, mentre ne fa meno il dubbio fallo su Manaj all'inizio dell'azione del gol di Leao, quasi come se non se ne fosse reso conto nessuno. E' un fatto normale che le grandi squadre attirino più attenzione, ma è anche vero che parliamo dello Spezia che è l'unica squadra in Serie A a non aver avuto nemmeno un rigore a favore...»

Sezione: Interviste / Data: Mar 18 gennaio 2022 alle 13:45
Autore: Lidia Vivaldi
vedi letture
Print