Prima la dura sentenza della Fifa, poi il comunicato dello Spezia Calcio e infine quello della società facente capo a Volpi. Quella di venerdì, in riva al Golfo dei Poeti, non è stata una giornata semplice. Intervistato sulle pagine de La Nazione, l'avvocato Eduardo Chiacchio, che nel 2019 difese anche lo Spezia nella vicenda inerente i giocatori nigeriani, ha raccontato l'esito di quel processo per poi dirsi dispiaciuto per la sentenza che ha sancito il blocco del mercato per la società aquilotta. 

«Vincemmo tutte le cause - ha ricordato Chiacchio - nonostante ben otto società chiedessero la retrocessione e tutto si chiuse con un patteggiamento come modo per ottenere il massimo senza penalizzazioni. Sentenza della Fifa? Sono dispiaciuto per questo esito così grave. Sono rimasto anche sorpreso: mi aspettavo un giudizio meno severo. Penso che la sentenza della giustizia italiana possa essere importante per ottenere una diminuzione della sanzione. Ci sono i margini per ottenere qualcosa».

Sezione: Interviste / Data: Mar 20 luglio 2021 alle 12:00
Autore: Daniele Izzo
vedi letture
Print