Direttamente dal ritiro dello Spezia a Santa Cristina Valgardena, Kevin Agudelo ha parlato di Gotti, Verde, dei tifosi e dei primi giorni d'allenamento. Ecco, di seguito, le sue parole, rilasciate ai canali ufficiali del club aquilotto:

«Sono molto felice che il mio cartellino sia stato acquisito dallo Spezia al 100%. Sono già due anni che sono super-felice qui nel Golfo dei Poeti, con la città che mi ha accolto in maniera incredibile. Io penso solo a dare il 100% e più per questo club, che mi ha dato tutto». 

Ora Agudelo si trova naturalmente in ritiro con i compagni di squadra. A domanda sulle prime impressioni, il folletto colombiano ha risposto che: «Ci stiamo preparando: sapete che sono un paio di settimane dove si spinge al massimo, nelle quali si deve raggiungere la forma migliore. Stiamo conoscendo i nuovi giocatori, il nuovo mister: vogliamo creare una nuova famiglia. Secondo me il ritiro è difficile dappertutto. Lavori sempre al massimo, oltre a ciò che puoi dare. Però, ovviamente, abbiamo bisogno di questo per esprimerci al meglio per tutto il campionato. Insomma, ti fa stare male un paio di giorni ma poi i risultati buoni si vedono per tutti».

Su Luca Gotti, il nuovo allenatore dello Spezia: «Lo stiamo conoscendo: abbiamo fatto due-tre allenamenti con lui e stiamo iniziando a capire la sua idea di calcio. E' un allenatore che sa cose vuole, che ha esperienza. Ora piano piano cercheremo di aiutarlo e di imparare cosa vuole lui da noi in campo» ha risposto Agudelo.

Da Gotti al compagno di mille avventure, Daniele Verde. Agudelo ha rivelato di avere un'amicizia particolare con il 10 dello Spezia: «Quando l'ho incontrato abbiamo subito instaurato un rapporto incredibile: facciamo quasi tutto insieme».

Infine, immancabile un richiamo allo splendido tifo aquilotto: «ll calore dei tifosi è fondamentale. Da un paio di giorno lo abbiamo anche qui e questo ti fa essere caldo e carico. Quest'anno, poi, avremo bisogno di tutti i nostri tifosi al 'Picco'».

Sezione: Interviste / Data: Mer 06 luglio 2022 alle 09:09
Autore: Daniele Izzo
vedi letture
Print